Murat Tabanlıoglu

Occupy “Mar gh’ era”
Reviving the patina with reference to close history, Re-place meant to be, young and charming

Professor: Murat Tabanlıoglu

EN

Re-place meant to be

Once a marine swamp, meaning “there was the sea”, “Mar gh’ era” in Venetian dialect, Marghera industrialized and settled with the port, on the mainland opposite Venice and near Mestre. Beginning of the 20th century, and next to the zone a residential area developed for the workers. The spatial development patterns of city require regeneration by re-use of the existing values.

During the workshop, a study will be undertaken to understand the dimensions and portions of the area that is applicable as the basis of a vibrant new town mainly generated by and for the young people. Fluency between the functions will designate the use and re-arrangement of the buildings, so, to create a key program is the initial step of the research; who will use/enjoy the place, so what do they need /want/desire, accordingly, what are best possible and feasible infrastructure requirements and solutions are the basic questions.

With a highway and train connection to Venice, the new town should create possibilities and probabilities with a constant population, most probably made up of students of a new university campus that also will be open to a life-time learning center, temporary workshops, studios serving various disciplines, form music to sports, from philosophy to cinema, from literature to architecture and arts. Contrary to Venice, dead after 10 pm, the new town should live 24 hours.

Housing units should be considered essential to make the town real, where people live, not a made-up show town, either like Disneyland-Orlando or a high-paid open air museum-town like Venice, today. New canal houses – as in recent urban development in Amsterdam, Borneo İslands – that line the edges of the docks, will help making up the community, together with schools. Feasible building policy will encourage a feasible life-style with a variety of dwelling modes and with architectural variation, designed by young architects reflecting contemporary good-design.

The valuable world-heritage, Venice today is more like a heavy tourism zone, where you don’t have a regular city life; in Venice, you only encounter another visitor, a passer-by, like you, but no local spirit other than the setting itself. The town is not welcoming for the budget traveller, almost impossible for an average young person; around San Marco, for an ordinary cup of café one has to pay an extra ordinary price including a fixed fee for music. Palaces now are hotels, apartments are for rent for short-term.

Reviving the patina with reference to close history

To produce a new node with spatial qualities that shall integrate the old and the new, industrial heritage and the port will be the major themes of the new development. Aiming a surplus value, economically and in terms of social life, building connections is as important as the facilities, so spatial flexibility and adaptability in time should be considered.

The Margera project should offer a more democratic, and absolutely free, “connected town” arrangement. As in many abandoned places in the world, students should “occupy” the place to realize their dreams.

The regeneration area: selected islands should link to each other by successful organization of  various functions

The regeneration area: selected islands should link to each other by successful organization of various functions

The students will offer a program that describe their vision and needs, for living, learning and leisure activities, to do that, they should first comprehend the land with its existing structures, perspectives, topography, paths, soil, obstacles and emptiness etc. underlying general schema in environmental evaluation and the applicability of new functions. For example, the island located on the lower end (ISola delle Tresse), may be spared as an urban agriculture project and related functions (like an organic culinary institute etc.) may be focused on a variety of Mediterranean fruits, vegetables, and herbs; or we need to spot places for water-related activities will emphasize a useable land policy, to the full.

Rearrangement and refurbishing of building stock, to be basically designed for special public functions will be the main focus, linking the spaces and buildings by landscaped paths and piazzas, also by use of the existing industrial elements, should create a festive atmosphere and an attraction point for inhabitants and generate an economy by also attracting visitors; accessibility and communicativeness will encourage the iconic meeting place of the 21st century.

The “young” urban regeneration project should play an essential role in shaping a competitive and livable community, with its capacity of trade and accommodation that will support the economy of the new “place”.

In addition, the entrepreneurs should sponsor the young ideas and help them realize this sample contemporary project.

Method

For inspiration and comparison, students should also be aware of similar previous works. As samples, Istanbul Halic Arsenale and Galataport Waterfront Transformation projects may also be benefited during the workshop, being the projects of my office. Students working with models would be eye-opening and ease to think in 3-D, also, making short-videos for better expression is recommended.

19th century, sea-gate of Istanbul

19th century, sea-gate of Istanbul

YAP Istanbul Modern -temporary installation Sky Spotting Stop by young design firm SO?

YAP Istanbul Modern -temporary installation Sky Spotting Stop by young design firm SO?

YAP Istanbul Modern- Photo montage (Image: SO?). Accross the open air museum city- Historic Peninsula of Istanbul

YAP Istanbul Modern- Photo montage (Image: SO?).
Accross the open air museum city- Historic Peninsula of Istanbul

IT

Ri-generazione imprescindibile

Una volta una palude marina, Marghera significa “c’era il mare”, “mar gh’era'” in dialetto veneziano, Marghera venne industrializzata e si stabilita come porto sulla terraferma di fronte a Venezia e vicino a Mestre. All’inizio del XX secolo accanto all’area industriale si sviluppa una zona residenziale per i lavoratori. I modelli di sviluppo territoriale della città necessitano di rigenerazione e di ri-uso dei valori esistenti.

Nel corso del workshop, sarà intrapreso uno studio per comprendere le dimensioni e le porzioni di territorio che possano costituire la base di una nuova città vivace prevalentemente generata da e per i giovani. La fluidità tra le funzioni designerà l’uso e la riorganizzazione degli edifici, sarà fondamentale la fase iniziale della ricerca: chi lo utilizzerà? come godersi il posto? di che cosa ha bisogno-voglia -desiderio? di conseguenza, quali sono i migliori requisiti e le possibili soluzioni?

Con un collegamento autostradale e via rotaia con Venezia, la nuova città dovrebbe creare le possibilità e le probabilità per una popolazione stabile, molto probabilmente composto da studenti in un nuovo campus universitario, laboratori temporanei, studi di varie discipline: dalla musica allo sport, dalla filosofia al cinema, dalla letteratura all’architettura e alle arti. Contrariamente a Venezia, morta dopo le 10:00, la nuova città dovrebbe vivere 24 ore.

Le unità abitative dovrebbero essere considerate essenziali per rendere Marghera una vera città, dove la gente vive, non uno spettacolo di città inventata, come Disneyland-Orlando o una città-museo all’aria aperta come Venezia oggi. Nuove case lungo i canali – come nel recente sviluppo urbano in Amsterdam – che costeggiano i bordi delle banchine, contribuiranno a comporre la comunità, insieme con le scuole. Una politica edilizia fattibile incoraggerà uno stile di vita con una varietà di abitazioni e modi e con variazioni architettoniche, progettata da giovani architetti che riflettono sul valore del design contemporaneo.

Il prezioso patrimonio mondiale dell’umanità, Venezia oggi è più simile a una zona di turismo pesante, dove non si dispone della vita normale di una città; a Venezia vivono solo visitatori, passanti, ma nessuno spirito locale. La città non è accogliente per il viaggiatore con un piccolo budget, quasi impossibile per una persona giovane; intorno a San Marco, per una normale tazza di caffè si deve pagare un prezzo extra compresa una quota fissa per la musica. I palazzi storici sono ora alberghi o appartamenti in affitto.

Ravvivare la patina con riferimento alla storia recente

Per produrre un nuovo nodo con le qualità spaziali che integrino il vecchio e il nuovo, il patrimonio industriale e il porto saranno i temi principali del nuovo sviluppo. Mirando a dare un valore aggiunto, economicamente e in termini di vita sociale, la costruzione di collegamenti è importante quanto le strutture, così flessibilità spaziale e adattabilità nel tempo devono essere considerati.

Il progetto Marghera dovrebbe offrire una sistemazione più democratica. Come in molti luoghi abbandonati del mondo, gli studenti dovranno “occupare” il posto giusto per realizzare i loro sogni.

Gli studenti potranno redarre un programma che descriva la loro visione e le loro esigenze, per vivere, l’apprendimento e le attività ricreative, ma per farlo, devono prima comprendere la terra con le sue strutture esistenti, prospettive, topografia, sentieri, terreni, ostacoli e vacuità… Questi elementi corrispondono ad uno schema generale di valutazione ambientale e applicabilità delle nuove funzioni. Ad esempio, l’isola situata sull’estremità inferiore (Isola delle Tresse), può essere ripensata come progetto di agricoltura urbana e le funzioni (come un istituto organico culinario ecc) correlate possono essere concentrate su una varietà di frutta mediterranea, verdura e erbe aromatiche.

Il riassetto e rimessa a nuovo delle costruzioni, per essere utilizzate per funzioni pubbliche saranno l’obiettivo principale, collegando gli spazi ed i fabbricati con percorsi paesaggistici e piazze, anche mediante l’uso di elementi industriali esistenti, cercando di creare un clima di festa e di attrazione per gli abitanti e generare un economia anche attirando visitatori. Accessibilità e comunicatività incoraggeranno il luogo di incontro iconico del XI° secolo.

Il “giovane” progetto di riqualificazione urbana dovrebbe svolgere un ruolo essenziale nel plasmare una comunità competitiva e vivibile, con la sua capacità di commercio e di alloggio che sosterrà l’economia del nuovo “luogo”.

Inoltre, gli imprenditori dovrebbero sponsorizzare le idee giovani e aiutarli a realizzare questo progetto come un esempio.

Metodo

Per ispirazione e confronto, gli studenti dovrebbero anche essere consapevoli dei lavori simili svolti precedentemente. Come ad esempio: Istanbul Halic Arsenale e Galataport Waterfront. Progetti di trasformazione che possono essere di beneficio durante il workshop, essendo progetti del mio ufficio. Gli studenti sono invitati a lavorare con modelli 3D e anche con video.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: