A Postindustrial Garden

industrial-edge

Related material

EN Marghera’s Garden City was developed in the 20’s as a residential area for the workers of the industrial port. Alongside via Fratelli Bandiera was established a group of industries capable to be compared, both dimensionally and for construction techniques, with the residential area. The progressive abandonment of the industrial areas has led to a condition of degradation transforming via Fratelli Bandiera in an insurmountable barrier between a problematic but lively urban centre, and a collection of small and medium-sized buildings without any relationship with each other.

W.A.Ve. 2014’s challenge is to give back a value to the abandoned industrial artifacts within the urban context, rethinking functions and roles. The area between the industrial canal and via Fratelli Bandiera offers an opportunity to bring the Garden City into the lagoon context by linking it to the broader system of the Venetian archipelago. The main weakness of the lagoon system is the inexorable process of separation of the different parts: the historical centre of Venice, the islands and the lagoon. In this context, Marghera’s port and industries, Mestre’s dwellings and the inland plan are worlds apart, even though for centuries they have been conceived in a close continuity. The design area becomes an opportunity to bring these worlds back together exploiting their features in terms of energetic, urban and territorial value.

IT La Città Giardino di Marghera nasce negli anni ’20 come area residenziale per gli operai del porto industriale. Lungo via Fratelli Bandiera sorgono le industrie che sia a livello dimensionale che per tecnica costruttiva si confrontano con il tessuto residenziale. Il progressivo abbandono delle aree industriali ha portato a una situazione di degrado trasformando via Fratelli Bandiera in un limite invalicabile tra un centro urbano problematico ma vivo e una collezione di piccole e medie costruzioni senza alcuna relazione tra loro.

La sfida che W.A.Ve. 2014 pone è quella di restituire ai manufatti industriali abbandonati un valore all’interno del contesto urbano, ripensandone le funzioni e il ruolo. L’area tra il canale industriale nord e via Fratelli Bandiera rappresenta un’occasione per avvicinare la Città Giardino al contesto lagunare, collegandola all’ampio sistema dell’arcipelago veneziano. La principale debolezza del sistema lagunare è l’inesorabile processo di separazione tra le diverse parti che lo compongono: il centro storico di Venezia, le isole e la gronda lagunare. In questo contesto il porto e le industrie di Marghera, le residenze di Mestre e l’entroterra sono oggi mondi separati, seppur nei secoli siano stati costruiti in stretta continuità. L’area diventa quindi l’occasione per riflettere sulla possibilità di avvicinare questi mondi, sfruttandone le potenzialità a livello energetico, urbano e territoriale.

Advertisements