Urban Archaeology

first-industrial-settlement

EN The presence of exceptional artifacts, both for scale and location, allows to imagine a recovery of the industrial areas carried out by rethinking the existing structures. The great industrial cathedrals, now in ruins, own an hidden potential not only with regard to the functional recovery but also for their urban scale. Through a process of cleaning and replacement of the minor urban fabric it may be possible to shift from the defined and fenced industrial plants to a connective tissue, capable of providing public spaces for the community.

This process is connected to the recovery of via della Libertà, in which in recent years large public and institutional buildings, hotels and offices were constructed exploiting the infrastructural system of the former industrial area adapted to new uses. The area is made of different building types that can be catalogued enabling the contextual design to become exemplary for the entire complex. The undoubtable structural and aesthetic qualities of the artifacts make them particularly suitable for a design exercise aimed at combining the architectural and technological scale with the complex urban dynamics.

IT La presenza di grandi manufatti eccezionali, per scala e posizione, consente di immaginare un recupero dell’area industriale a partire dal ripensamento delle strutture esistenti. Le grandi cattedrali industriali, oggi in rovina, nascondono potenzialità non solo per quanto riguarda il recupero funzionale ma anche e soprattutto per la loro scala urbana. Attraverso un processo di pulizia e sostituzione del tessuto minore può essere possibile un passaggio dagli spazi definiti e cintati dell’impianto industriale a un tessuto connettivo pubblico capace di offrire spazi per la collettività.

Questo processo si collega al recupero dell’area al di la di via Libertà nella quale sono insediate grandi strutture pubbliche, istituzionali, alberghiere e terziarie che sfruttano il sistema infrastrutturale dell’ex-area industriale adattato ai nuovi utilizzi. L’area presenta numerosi tipi che possono essere catalogati consentendo al progetto puntuale di diventare esemplare rispetto all’intero complesso. Le indubbie qualità strutturali ed estetiche dei manufatti li rendono particolarmente interessanti per un esercizio progettuale capace di coniugare la piccola scala architettonica e tecnologica con le complesse dinamiche urbane.